Skip to main content

Ospiti del Festival

Vincio Marchioni

Leggi la bio

Vinicio si è diplomato come attore nel 2000 presso la Libera Accademia dello Spettacolo di Roma, e ha debuttato nel 1995 in teatro, con associazione culturale LUDOM (Luci dall’ombra). Nel 2005 ha studiato con Luca Ronconi presso il Centro Santa Cristina. è diventato molto popolare grazie all’interpretazione del personaggio de Il Freddo nella serie di Stefano Sollima “Romanzo Criminale”. Nel 2009 debutta sul grande schermo con “Feisbum! Il film”, pellicola in otto episodi ispirata al servizio di rete sociale Facebook. Nello stesso anno gira da protagonista il film “20 sigarette”, tratto dal libro “Venti sigarette a Nassiriya”, scritto da Aureliano Amadei, uno dei superstiti della strage di Nassiriya del 2003 e regista del film.
A settembre il film viene presentato alla 67ª Mostra internazionale d'arte cinematografica di Venezia nella sezione Controcampo Italiano, di cui vince il premio e una menzione speciale è dedicata a Marchioni per la prova d'attore. Per la sua interpretazione ottiene anche una candidatura come miglior attore protagonista ai David di Donatello 2011. Nel 2010 ha partecipato ai videoclip “Gli spietati” dei Baustelle e “Casting” dei Mambassa. Tra gli altri film per il cinema in cui ha lavorato come attore: “Scialla!” di Francesco Bruni, “Venuto al mondo” di Sergio Castellitto, “Miele” di Valeria Golino, “Tutta colpa di Freud” e “The Place” diretti da Paolo Genovese, “Quanto Basta” di Francesco Falaschi, “Ötzi e il mistero del tempo” di Gabriele Pignotta. Nel 2022 è al cinema con “Ghiaccio” al fianco di Giacomo Ferrara.

Carmelo Giordano

Leggi la bio

Nato a Cosenza nel 1953, la sua passione per la recitazione inizia da giovanissimo. E’ cresciuto con le commedie di Gilberto Govi che trasmetteva l’unico canale della RAI e con tutto il teatro in bianco e nero degli anni successivi, Romolo Valli e Rossella Falk, il ciclo di Eduardo De Filippo.
Inizia a studiare teatro fra la fine degli anni ’70 e gli inizi degli ’80 per poi fare altro senza abbandonare mai del tutto le scene.
Il cinema arriva invece in età matura e quasi per caso quando Alice Rohrwacher lo sceglie per interpretare Ignazio in “Corpo Celeste”. Da quel momento ha iniziato a lavorare in film e fiction, oltre a tanti corti universitari, e poi “Arbëria”, “Calibro 9” e la serie Amazon “Bang Bang Baby”.

Margherita Caruso

Leggi la bio

La ricordiamo per la sua interpretazione del 1964. Ebbe il ruolo della Madonna bambina nel celebre film di Pier Paolo Pasolini “Il Vangelo secondo Matteo”. Aveva solo 14 anni e dimostrò già enorme talento.
Crotonese di nascita, vive ormai da 40 anni a Milano, ma non ha più pensato al cinema dopo quella sua interpretazione. L’amore per la sua terra è sempre stato vivo, infatti da subito ha accolto con piacere la proposta di tornare come ospite nella sua città natale.

Demetra Bellina

Leggi la bio

Demetra Bellina è nata a Udine, Friuli-Venezia-Giulia, Italia. Ha iniziato a recitare a teatro, per poi debuttare in TV con “Di padre in figlia” (2017), e altre serie TV come “Non Uccidere” (2015), “La vita promessa” (2018), “Non mi lasciare”. La sua svolta televisiva arriva nel 2021 con la serie “Tutta colpa di Freud” (2021) di Paolo Genovese. Ha esordito nel cinema con “Comedians” (2021) di Gabriele Salvatores, “Headshot” (2022) e “Greta e le favole vere” (2022). È anche musicista, cantante, scrittrice e pittrice indipendente.

Francesco Costabile

Leggi la bio

Classe 1980, regista e sceneggiatore cosentino. Si laurea al DAMS di Bologna e, realizza il suo primo cortometraggio “La gamba”, vincitore al Festival di Bellaria 2003. Si diploma al Centro Sperimentale di Cinematografia e da vita ai corti “L’armadio” (menzione speciale ai Nastri d’Argento 2005) e “Dentro Roma”, vincitore Nastro d’Argento 2006 e candidato ai Premi David di Donatello come miglior cortometraggio italiano.
Si mostra fin da subito attento ad argomenti sociali e al linguaggio del documentario. Scrive diverse sceneggiature a tematica queer tra cui “Fuoco all’anima”, liberamente ispirato al Delitto di Giarre e “Cavalli marini” incentrato sulla transgenitorialità.
Nel 2008 è la volta del documentario “L’abito e il volto - incontro con Piero Tosi” ritratto del grande costumista che ha vestito gran parte del cinema italiano. Il film vince il “Premio del pubblico” al Biografilm Festival 2010. Collabora poi con il regista Gianni Amelio nel 2014 curando il casting e la documentazione di “Felice chi è diverso”, documentario sul rapporto tra omosessuali e società nel Novecento.
Nel 2017 ha creato, con il regista Lucio Massa, il festival di cultura Queer e Postporno Hacker Porn Film Festival.
Nel 2019 realizza insieme a Federico Savonitto il documentario “In un futuro aprile - Il giovane Pasolini”, finalista ai Nastri d’Argento 2021.
Firma il suo esordio al cinema nel 2022 con il film “Una femmina” liberamente ispirato al libro inchiesta “Fimmine ribelli” di Lirio Abate. Il film è stato presentato in concorso al Festival di Berlino 2022 nella sezione Panorama e ha ricevuto due candidature ai David di Donatello come miglior sceneggiatura non originale e miglior esordio alla regia, e due candidature ai Nastri d’Argento come miglior opera prima e miglior attore protagonista (Fabrizio Ferracane).

Giorgia Arena

Leggi la bio

Giorgia Arena (Crotone 1990) attrice di Teatro, Cinema e Televisione. Ha iniziato la sua Formazione Artistica come Danzatrice e Cantante presso L’Accademia Professione Musical Italia- Parma. Esordisce al Teatro Sistina con “Billy Elliot” Regia M. Piparo , collabora con Il Teatro Manzoni per “West Side Story”, con Il Teatro Nazionale per “Flashdance“ Regia di C. Noschese e con il Teatro Brancaccio per “Non si uccidono cosi anche i cavalli“ Regia di G. Fares. In televisione l’abbiamo vista nei panni di “Fiammetta” nel programma “la Melevisione” di Raiyoyo. E’ protagonista del cortometraggio “Una semplice storia D’amore“ scritto e diretto da S. Valentini. Continua la sua formazione come Attrice presso “La palestra dell’attore” diretta da Cristina Pezzoli. Negli ultimi anni ha partecipato al corso di Alta formazione presso Il Teatrodue di Parma, incontrando diversi Registi e Autori tra cui : Fulvio Pepe, Arturo Cirillo, Roberto Cavosi , Walter Le moli. Vince la seconda edizione di “Estrocorti 2019” nella categoria Monologhi teatrali, scritto insieme a F. Cucco e interpretato da Giorgia Arena. Attualmente è Iscritta al Corso di “Arti e scienze dello spettacolo” presso la Facoltà di Lettere e Filosofia degli Studi di Roma “La Sapienza”. Ad aprile 2022 arriva su Amazon Prime Video con la serie “Bang Bang Baby” diretta da Michele Alhaique, Giuseppe Bonito e Margherita Ferri, nelle vesti di Assunta.

Vincenzo Leto

Leggi la bio

Inizia la sua formazione teatrale a soli quattordici anni entrando a far parte nella compagnia del teatro nazionale di Burattini diretta dai Fratelli Ferraiolo.
Nel 2010 vola nel Regno Unito per uno stage presso il Globe Theatre London e, nello stesso anno, entra a far parte della compagnia del Teatro Quirino Vittorio Gassman di Roma diretta da Geppy Gleijeses nella quale vi rimane per ben sei anni. “Scarfalietto” di Eduardo Scarpetta è il suo primo spettacolo accanto a Lello Arena, un grande maestro che lo segnerà tantissimo: i due stringono un sodalizio artistico. Un anno di grande crescita per il giovane attore che si trova a lavorare con grandi maestri come Sergio Basile, Gigi Proietti, Michele Placido, Nicoletta Toschi, Stefano Marcucci. Nel 2014 Giulia Grandinetti lo coinvolge nel corto “Normale,normalissimo” che ha vinto il premio Audience Award del 48 Hour Film Project – Roma 2014. La sua carriera prende anche la via del cinema e della televisione recitando nel film “Alice e il paese che si meraviglia” e nella fiction “Provaci ancora prof”. Oggi lo ritroviamo nei panni di zio Vincenzo nella serie Amazon “Bang Bang Baby”.

Mario Russo

Leggi la bio

Attore e musicista originario di Crotone. Si diploma alla Q Accademy diretta da Alvaro Piccardi e frequenta il Conservatorio di Santa Cecilia a Roma.
La sua esperienza come attore nasce in teatro dove è protagonista di diverse rappresentazioni anche in collaborazione con Roma Europa Festival. In alcuni casi, come nello spettacolo “Trapanaterra” non solo ha recitato, ma ha anche composto le musiche. Esordisce al cinema nel film “Calibro9” nel 2018.
Di recente è stato, invece, uno dei protagonisti del film “Una femmina” presentato al Festival di Berlino 2022.

Dora Romano

Leggi la bio

Una delle attrici più talentuose del panorama del cinema italiano. Nata a Castellammare di Stabia nel 1955, è stata nella classe del grande commediografo stabbiese Annibale Ruccello.
Dora ha sempre lavorato sul suo talento arrivando a studiare con Vittorio Gassman e facendo la gavetta con i grandi del teatro, primo fra tutti Eduardo De Filippo. Il suo ruolo più prestigioso è stato sicuramente in “Profumo – Storia di un assassino” dove interpretava Madame Baldini, con Dustin Hoffmann. È stata anche protagonista del rifacimento teatrale del musical “Sister Act”. Tra i suoi lavori ricordiamo anche “Sulla mia pelle”, film Netflix sul caso Cucchi. Negli ultimi anni ha prestato il volto ad alcune delle fiction più note e apprezzate tra cui “L’Amica Geniale”, diretta da Saverio Costanzo. Sul grande schermo, per Ferzan Ozpetek si è calata nei panni di Lea ne “La dea fortuna” e per Paolo Sorrentino ha ricoperto il ruolo della signora Gentile in “È stata la mano di Dio” film candidato agli Oscar 2022. Tra le più recenti interpretazioni citiamo la serie Amazon Prime Video “Bang Bang Baby”.

Federica Torchetti

Leggi la bio

Giovane attrice pugliese che ha da poco esordito nel mondo del cinema.
Diplomata alla Scuola d’Arte Cinematografica Gian Maria Volontè e laureata in Lingue, è conosciuta per aver recitato in “Zero” nel 2021, serie andata in onda su Netflix. Fin da subito si è dimostrata adatta a ruoli drammatici, raccontando spaccati di storia rilevanti come la strage del Circeo nel film “La scuola cattolica” (Mostra del cinema di Venezia 2021) per la regia di Stefano Mordini.
Tra le altre pellicole dove possiamo vedere Federica ricordiamo il film corale "L'ultimo piano” e "L'ultimo paradiso” con Riccardo Scamarcio e Valentina Cervi.
Non meno importanti sono le sue performance attoriali in “Mondocane” (Mostra del cinema di Venezia 2021).

Eventi